COREOGRAFIE M.S.

L’Associazione Artemovimento produce e sostiene il lavoro coreografico e performativo di Monica Secco, che ha inizio nel 1999 e si avvale della collaborazione di diversi artisti nel campo della danza, della musica e delle arti visive.

MONICA SECCO, coreografa mette in scena frammenti di storie, un mondo in cui i danzatori sono la materia fondamentale di un lavoro attento e profondo che ha come oggetto di esplorazione la persona.
Semplicemente osservando, senza giudicare, cerca di cogliere nell’umanità quegli aspetti teneri e crudeli,sottilmente ironici e disperati della vita quotidiana.

Coreografie

Il Senso delle cose sta dietro la polvere

Progetto e coreografia: Monica Secco

SINOSSI

Uno studio sul nonsense quotidiano dei gesti, dei sentimenti e delle ordinarie follie che a volte sono dietro il velo delle convenzioni.

Lo spettacolo è stato presentato in anteprima al Teatro Camploy di Verona in occasione del FESTIVAL L’ALTRO TEATRO. 11 Marzo 2016 e in replica al MEF – Museo Ettore Fico di Torino

Link recensioni:

volantinoIstratod'amore-01

Primo strato d’amore

Progetto e coreografia: Monica Secco
Danzatrici: Monica Secco, Olga Canavesio, Elena Valente

SINOSSI

Tre donne ed il peso di mattoni per sentire come l’amore può portare leggerezza o peso a seconda di come lo si guardi… il primo strato è un ricordo d’inizio e bellezza un po’ confuso impaurito ed instabile, ma sempre vissuto con autenticità e dove ogni possibilità di bellezza, ironia, gioia e anche dolore trova il suo posto soavemente dentro ciascuno di noi…

Lo spettacolo è stato presentato in anteprima al FESTIVAL INSOLITI 2014 presso il MEF – Museo Ettore Fico il 7 dicembre 2014

Link recensioni:

https://www.youtube.com/watch?v=UaaZw1b-c2Y

lamiapanciaSlice_07

La mia Pancia

Regia e Coreografia: Monica Secco

Questo progetto nasce da un percorso personale della coreografa, dove il centro delle emozioni, la pancia, si presenta per quello che è.
Dalla pancia tutto passa e tutto si ferma, la pancia ospita solitudine e paure. Il cibo l’ha fatta ingrassare e poi l’assenza l’ha fatta diventare così secca e stanca che l’ombelico si andava ad incassare tra le ossa del bacino e le costole.”
In scena un mondo affaticato. Interpreti chiusi dentro l’abito serio del manager, della donna in carriera che cominciano a riscoprire la loro fisicità cominciando dall’odore del loro corpo.
Una via per mettere fine ad una sorta di implosione, che altro non è che la mancanza di comunicazione con se stessi.
Abbattere i pregiudizi e gli stereotipi per ritrovare l’origine dei sensi.
La prima performance dal titolo “LA MIA PANCIA”, è un escursus emotivo dove la perdita di controllo sul quotidiano gesto , riprende dimensione con il finale, dove l’acqua, usata per lavarsi ma vestiti, rigenera e riporta conforto.

Musica dal vivo: CIRO NARDONE e GIORGIO LI CALZI

metropoliSlice_07

Tra Metropoli e Sushi

Post-zen e irriverente, cerca di catturare l’elettricità frenetica delle grandi città e restituirla al pubblico attraverso immagini sottilmente audaci e provocatorie.”
Regia e Coreografia: Monica Secco
Interpreti: Francesca CinalliStefano Botti
Partecipazione e debutto di: Elisa Ramonda e Laura Garcia Sànchez
Musiche dal vivo eseguite da:  Word Processor Heroes
(Ciro Nardone basso, Ivo Montagna batteria, Ramon Moro tromba)

Contributi Video e Musica: Luca Pastore

smog

SMOG (2006)

Di e con Monica Secco
Interpreti: Alice Serra, Monica Secco
Musiche dal vivo: Ivo Montagna (batteria), Ciro Nardone (basso), Ramon Moro (tromba)
Uno stato di onirica coscienza dove appare un volto stanco e si confondono gli eventi. Il corpo vittima di questo tempo perpetua nell’azione del fare, poi si confonde e scalcia, ma non si ferma; la mente è sempre pronta, ma ferma. È così denso questo smog che rimango lontana dal mio pianto e non sento.

Solo un beso

PROGETTO SU MUSICHE LIVE

Progetto coreografico di Monica Secco
Interpreti: Alice Serra, Daniele Trastu, Monica Secco, Fabio Bellitti, Carlotta Scioldo.
Musiche live di Sergio Ricciardone e Daniele Mana/Volontè

SINOSSI ARTISTICA:
La casualità dell’incontro, il mondo delle relazioni umane nei luoghi di aggregazione, gli sguardi, le voci, i colori dei vestiti, i baci, i saluti, le persone che tentano di ignorarsi e quelle che si cercano.
Traendo spunto dalla pausa-aperitivo della serata, Solo un beso porta in scena visioni e suggestioni sui comportamenti e sugli atteggiamenti che trapelano da un semplice momento aggregativo intorno ad un bicchiere di vino.

caffelungo

Solo Tu e un Caffè Lungo 

nuova elaborazione 2008
Ideazione e coreografia: Monica Secco
Interpreti: Monica Secco e Fabrizio Nunnari
Musiche: Ciro Nardone
Installazioni video: Roberto Cuzzillo

Tempo sospeso
Sensuale
Pausa
Frenetico
Vago
Sonno
Apatico
Eccitante
Gente
Viaggio
Sera
Suoni
Lento
Veloce
Stop.

pic_show_novembre

Novembre

Progetto e coreografia: Monica Secco
Concept: Monica Secco, Beatriz Parra, Simone Gigiaro, Fabiano Giacone
Danzatrici: Monica Secco, Beatriz Parra
Musica dal vivo: Atti Scenici In Luogo Pubblico

SINOSSI ARTISTICA:
Novembre è lo sfondo sul quale avvengono riflessioni a quattro voci sulle relazioni: la relazione tra arte e teatro, tra realtà e interpretazione, tra i vari significati dell’arte, della poesia, del movimento e tra la musica e la danza.
Novembre è lo sfondo del ritratto sfuggente di due donne costantemente fuori posto. I loro gesti interpretati da parole altisonanti, le loro menti lontane dal ritmo naturale e da un corpo che accetta solo raramente di assecondarle.