WORKSHOP 2017-2018

Sabato 17 febbraio 2017 –  Contemporary Movement nella performance

con: Nicoletta Cabassi

Nata a Parma nel 1968 è danzatrice e coreografa di formazione classica e contemporanea. Inizia giovanissima lo studio del balletto quindi (dopo il Diploma conseguito presso l’Istituto d’Arte) si trasferisce in Francia (dapprima al Ballet-Théatre Joseph Russillo a Tolosa poi a Cannes al Centre International Rosella Hightower) e decide di dedicarsi alla ricerca e danza contemporanea. Per la sua formazione, sono stati determinanti gli incontri con René Lejeune, Thierry Parmentier, Norio Yoshida, Virgilio Sieni, Jean-Yves Ginoux, Ed Wubbe, Wim Vandekeybus ma soprattutto William Forsythe; fondamentali per la formazione teatrale Thierry Salmon, Cesare Ronconi e Pippo Delbono. E’ stata stagière presso la Compagnie Maguy Marin (1994). Ha lavorato come danzatrice in numerosi teatri d’opera e con varie Compagnie, coreografi/e e registi in Italia e all’estero (tra cui la Fura dels Baus, Skené di Ugo Pitozzi, TocnaDanza, Artemis di Monica Casadei, Tino Sehgal, La Nuova Complesso Camerata, etc,). Ha collaborato per quattro anni col C.T.R., Centro Teatrale di Ricerca di Venezia, sia come insegnante che coreografa e organizzando i seminari con gli artisti invitati. Ha inoltre collaborato, come coreografa o danzatrice o entrambi i ruoli, coi video-maker e visual artists Leandro Lisboa, Martin Romeo e Daniele Spanò; inoltre ol Teatro del Cerchio e la compagnia NumeriPrimi per progetti di teatro ragazzi. Ama lavorare a progetti collettivi, infatti ha collaborato con Virginie Daenekyndt, Virginia Spallarossa, Simona Lisi, Paolo Mangiola (con qui è stata in residenza presso la Royal Opera House e presso Sadler’s Wells Theatre di Londra ove hanno co-creato il duetto “11”). Su commissione per il festival ‘La Becquée’ ha rimontato in trio la pièce “Sous le soleil” per la Compagnie ‘Pour un soir’ a Brest. Dal 2010 collabora col regista lirico Stefano Poda (con cui ha collaborato per “Rigoletto”, “La Forza del destino”, “Leggenda” e “Faust”) e per tre anni ha collaborato con la Tanz Company Gervasi a Vienna lavorando come assistente co-creando “Solo, with guests”, “The white horn” e “What kind of animals is?”. Per la stessa ha curato il progetto di scambio sfociato ne “La notte italiana” come special event per il festival ImpulsTanz. Negli anni ‘90 ha fondato ‘Lubbert Das’ e con esso ha creato e interpretato molte produzioni presentate in Italia e all’estero, pur continuando parallelamente l’attività di danzatrice. Con “S O L” ha vinto il ‘Premio del Pubblico’ al festival Voci dell’anima e con “Sub rosa – C.s.O. opera aperta” ha vinto il ‘Premio della Critica’ e il ‘Premio dei Ragazzi’ alla V° ed. del festival nazionale ‘Ermo colle’. Nel 2015 si aggiudica, assieme a OTTOelectro con cui co-firma la creazione, il ‘Premio della miglior esecuzione musicale’ (eseguita col corpo) per la pièce “Self” sempre al festival Ermo Colle. Nel luglio 2015 ha creato “Nowhere/Now here” a Plzen (Repubblica Ceca) come evento per Capitale della Cultura, in seguito alla residenza creativa al Depo vinta su bando internazionale indetto da AIR; a dicembre ha creato le coreografie per “La Traviata” al Teatro Verdi di Padova. I suoi lavori sono stati presentati in Francia, Spagna, Inghilterra, Repubblica Ceca, Germania Belgio, Norvegia, Austria e USA. La danza non le è mai bastata: è stata lead vocal in alcuni gruppi musicali new wave e ha seguito Musicologia e Storia del Teatro e dello Spettacolo all’Università, pur formandosi parallelamente un personale background culturale ed umanistico mai abbandonato e costantemente arricchito. Nicoletta Cabassi compare in “Performativi – per uno sguardo scenico contemporaneo” a cura di Max Schiavoni, Gwynplaine edizioni (2011).