44 # Dono Sospeso Altrove

Spettacolo / primo studio sulle difficoltà di apprendimento (DSA)

Ideazione e coreografia: Monica Secco

sabato 02#02#2019

Lavanderia a Vapore – Ore 21.00
Ingresso unico: 10,00 Euro

 

11 performer, attrezzati di caschetto, attraverso azioni di teatrodanza e partiture coreografiche portano in scena il mondo emotivo dei DSA.

Il caschetto ha il duplice significato di un “cervello pesante” portato con stanchezza che diventa anche oggetto capace di proteggere i pensieri alternativi.


Il lavoro verte sull’esplorazione corporea ed emotiva del disagio incontrato quotidianamente da un DSA e dalla sua ricerca continua di adattamento ad un pensiero, detto verticale e tendenzialmente logico, selettivo e sequenziale.

 

Il 44 possiede i talenti dei numeri maestri che lo precedono e può esprimersi in modo estremamente versatile, può essere un innovatore e riformatore.

Istintivo e illuminato fautore di ogni possibile cambiamento. 

 

La coreografa e autrice Monica Secco, nell’ambito del progetto Europeo Erasmus+ “PerformAction”- performing arts for education and training, ha individuato il possibile legame tra i processi creativi stimolati dalla performance di danza contemporanea (nello specifico il teatrodanza di Pina Bausch) e le difficoltà di apprendimento (DSA – disgrafia, dislessia, discalculia, disortografia), sperimentando, insieme a psicologi, registi teatrali, videomaker, attori e operatori in ambito sociale di cinque partner europei (Gran Bretagna, Spagna, Estonia, Germania e Italia), metodi di apprendimento corporeo da utilizzare in ambito educativo non formale.

 

Interpreti:  Olga Canavesio, Ilenia Pantè, Lisa Perrucci, Marica Vinassa, Giulia Lazzarin, Tita Giunta, Stefano Bertolino, Lorenzo Nocentini, Barbara Giacobbe, Jennifer Benard, Eleonora Musella.

Ph: Barbara Calì 

 

Con la partecipazione di: AID Associazione italiana dislessia  

In collaborazione con: Piemonte dal vivo/Lavanderia a Vapore

Sostenuto e prodotto da: Artemovimento Centro di Ricerca Coreografica

Progetto Europeo Erasmus+ “Performing arts for education and training”

CollettivoArtemovimento (atti performativi)

Network: Centro Rete Dislessia, Archilabò, Il forno delle idee, AICS

Atti performativi – Monica Secco – CollettivoArtemovimento

Il CollettivoArtemovimento si è formato dalla proposta della coreografa ad alcuni artisti (danzatori, performer, attori e musicisti) di lavorare insieme a livello creativo su temi, di volta in volta, considerati importanti ed urgenti ai fini dell’espressione artistica.

Il gruppo è composto da danzatrici e performer e si è costituito nel 2016.

Gli atti performativi o le performance che nascono sono a cavallo tra la danza contemporanea e la performing art.

Attualmente le opere strutturate e coreografate sono quattro ma il gruppo lavora e si dedica anche alla composizione istantanea a tema dal nome Improbubble, un vero e proprio evento in cui si dà spazio alla ricerca in ambito drammaturgico e dove diventa centrale un coinvolgimento a livello performativo del pubblico.

Il Collettivo vuole contribuire alla creazione di un bacino di pubblico preparato e pronto a recepire le diverse offerte culturali, da cui la scelta di portare la danza fuori dai teatri, anche in luoghi non formali.

La ricerca della coreografa/autrice è orientata alla sensibilizzazione verso alcuni temi che sottintendono la relazione, intesa come rapporto con l’altro, l’ambiente e la collettività.

Dopo aver sperimentato durante lezioni e laboratori la possibilità di rendere performative improvvisazioni di azioni-danza, ha creato un modello di performance che, partendo da un tema dato, progressivamente e “istantaneamente” si organizza in uno spazio qualunque che diventa spazio scenico.

L’obiettivo così diventa la creazione di una performance fatta e finita che si sostiene autonomamente ed ha la capacità di farsi pian piano struttura e tessuto, divenendo atto scenico autentico.

Un’autenticità che si rivela nella presenza del “qui e ora”, nella risonanza con il luogo in cui si agisce e con il tema che viene ogni volta proposto, nella relazione e nell’ascolto degli altri componenti.

 

PERFORMANCE

Primo strato d’amore

Festival Insoliti e al Festival internazionale di danza contemporanea La Becquée, MEF Museo Ettore Fico (Torino), Cavallerizza Irreale (Torino).

http://www.youtube.com/watch?v=lbeK_dqsUAU

 

Il senso delle cose sta dietro la polvere

MEF (Torino), Festival Internazionale L’altro teatro Teatro Camploy, ArteVen (Verona).

 

The cat is on the table

Rappresentata all’interno di appartamenti Torinesi e promossa dal Festival Insoliti, Mirabilia Festival, Teatro Vittoria – Unione musicale di Torino, Piazza Vittorio Veneto (Torino).

 

Soloacqua

30 settembre 2017 – Piazza Vittorio Veneto (Torino)

5 novembre 2017 – Tanto di Cappello – Porta Nuova (Torino)

7 aprile 2018 – Teatro Nuovo (Torino)

21 aprile 2018 – Piazza Castello (Torino)

2 maggio 2018 – Cavallerizza Irreale (Torino)

22 giugno 2018 – Festa dell’acqua – Val di Susa

8 luglio 2018 – Festival La voce del corpo – Osnago (Mi)

13 luglio 2018 – Galleria Cristiani & Co. (Torino)

https:/www.youtube.com/watch?v=ObFhv7RU3W0

 

Tutti gli spettacoli sono sostenuti dall’associazione Artemovimento Centro di Ricerca Coreografica.